Come possiamo ottimizzare WordPress? WordPress è alla base di moltissimi siti web: non si tratta di un semplice blog, ma di un sistema molto completo e versatile, usato anche in ambito professionale da moltissime aziende, web agency, sviluppatori e web designer.

Come tutti gli strumenti, WordPress non è necessariamente bello o brutto, buono o cattivo, ma dipende dall’uso che se ne fa. Le sue prestazioni possono variare molto da setup a setup, a seconda del tema che usiamo e dei plugin che preferiamo installare per realizzare il nostro sito web.

Ecco qui di seguito alcuni consigli per evitare di trovarci in situazioni scomode, con un sito lento e poco navigabile.

Leggerezza: una chiave per ottimizzare WordPress
Sul web, leggerezza e velocità vanno di pari passo, ed è così anche quando bisogna ottimizzare WordPress

Ottimizzare sempre le immagini

per ridurre i tempi di caricamento delle pagine e non essere penalizzati

Spesso vediamo siti web che caricano immagini con risoluzioni inutili: 4000 x 2500 pixel! Si tratta di file enormi, inutilmente enormi, che rallentano il nostro sito web. Come prima mossa per ottimizzare WordPress, vi consigliamo di trattare sempre le immagini prima di caricarle. A titolo di riferimento, una buona base di partenza comune è caricare JPG da al massimo 1366 x 768 pixel, con un rapporto di compressione compreso fra 40 e 60%, a seconda del livello di dettaglio dell’immagine.

Per comprimere le immagini potete usare Gimp o MIR sul vostro pc. Smush, invece, è un plugin per ottimizzare WordPress che se ne prende carico, ma consumerete comunque la banda del server!

Disattivare i Plugin che non usate

per evitare di aggiungere risorse inutili al nostro sito web

Questo capita soprattutto se siamo alle prime armi: per aggiungere quella funzionalità che ci interessa tanto, abbiamo provato 10 plugin. Ma non li abbiamo disattivati tutti! Nel 90% dei casi, anche se un plugin sta lì a far nulla, caricherà dei file nei pc dei nostri visitatori: ecco perché dobbiamo assicurarci di tenere attivi solo ed esclusivamente quelli che usiamo davvero!

Installare un plugin per la Cache

così le pagine che richiedono i vostri visitatori saranno più veloci

Avere un plugin che si occupa della cache è fondamentale per ottimizzare WordPress! In un sito web dinamico, le pagine vengono generate ‘al volo’ quando un visitatore le richiede, e questo richiede del tempo. Usando un plugin come W3 Total Cache o WP Super Cache, verrà generata una memoria ‘temporanea’, la cache appunto. Questa conterrà un versione già calcolata di ogni pagina web del sito: in questo modo, il lavoro del server sarà più leggero, ed il caricamento della pagina più veloce.

Nota: se usi un hosting provider avanzato, informati prima presso il supporto tecnico, perché potrebbero già implementare un servizio di caching a livello server!

Non usare temi Multi-Purpose

Perché sono inutilmente pesanti e spesso non seguono le ‘buone regole di programmazione’ di WordPress

Spesso e volentieri, quando ci rivolgiamo a qualcuno per fare un sito web, ci troviamo di fronte all’affermazione ‘Ma sì, acquistiamo un tema e lo modifichiamo”. Bene, allontanatevi subito. Un sito web è un lavoro:

  • delicato
  • personalizzato
  • che rappresenta voi stessi ed il vostro brand.

Partire da un tema Multi-Purpose non è il male assoluto se siamo noi stessi a fare il nostro sito web, cercando di arrangiarci. Ma ci stiamo appunto arrangiando: se invece ve lo propone un professionista o una Web Agency, c’è qualcosa che non va.

Per fare un paragone azzeccato, sarebbe come se andaste dall’artigiano sotto casa a chiedere un tavolo, per ottenere come risposta: “Ma sì, dai, compriamo un tavolo da IKEA e poi ve lo adatto un po come lo volete’.”

Non c’è niente di male nell’andare da IKEA a comprare un tavolo per montarselo a casa da soli. Viceversa, è un po’ strano se a proporvelo è il falegname, che poi ve lo fa anche pagare come un tavolo artigianale!

Usare, se possibile, una CDN

per ottimizzare il caricamento degli script

Anche se abbiamo un hosting poco performante, possiamo ottimizzare WordPress passando tramite una una CDN (o Content Delivery Network) per migliorarne le prestazioni.

Una CDN è una rete di server che distribuiscono contenuti ai visitatori. In pratica questi server forniscono i file del nostro sito web ai visitatori dal punto a loro più vicino, rendendo il caricamento delle pagine più veloce.

Esistono CDN a pagamento e CDN gratuite, oppure possiamo decidere semplicemente di caricare solo script e caratteri da CDN, disattivando prima quelli caricati da plugin e tema.

Ottimizzare WordPress

ecco il riassunto per punti

Per chi è arrivato alla fine dell’articolo, ecco il riassunto per punti:

  • Facciamo attenzione a disattivare o eliminare del tutto i plugin che non usiamo!
  • Ottimizziamo le immagini, possibilmente prima di caricarle, per ridurre i tempi di carimento
  • Usiamo un plugin per la cache, o informiamoci presso il nostro hosting provider se un sistema equivalente è già in funzione
  • Cerchiamo di evitare i temi multi-purpose, soprattutto se stiamo pagando qualcuno per il nostro sito web
  • Usiamo, se possibile, una CDN, almeno per il caricamento di script e fonts

Seguendo questi 5 punti, il vostro sito web diventerà velocissimo, ed i vostri visitatori ve ne saranno grati!

Se non volete occuparvi di tutto questo, invece, date un’occhiata al nostro piano WordPress+ 😉