Sconti fiscali sui nuovi siti web. Sarebbe questa l’ultima notizia del DDL Innovazione in discussione domani alla camera, firmato dal ministro Carlo Calenda in persona. Obiettivo? Rendere spendibili le digital skill italiane e generare quindi nuova ricchezza sfruttando la forza propulsiva dell’innovazione derivante.

In altre parole: avere un sito web, secondo il Ministero dello Sviluppo Economico, potrebbe aiutare alcune aziende italiane ad uscire dalla crisi.

Le misure proposte per gli sconti fiscali sui siti web

Alcuni punti sono da migliorare, ma è un buon punto di partenza

La nota diratama oggi dal Ministero dello Sviluppo Economico mette in bella vista l’elenco puntato delle novità per chi decide di investire nel web, innovando nella propria azienda. Ecco le principali:

  • Detraibilità delle spese per la creazione del Sito Web
    Sarà possibile detrarre (si, avete letto bene, detrarre!) l’intero importo speso per la creazione del sito web. Se avete già un sito web e decidete di rinnovarlo, potrete detrarre il 50% della somma. In entrambi i casi c’è un tetto massimo di € 1.500.
  • Deducibilità delle spese di Web Marketing, Gestione e Aggornamento del Sito Web
    Tutte le spese correlate al mantenimento del sito web saranno invece deducibili dal fatturato lordo aziendale, fino ad un massimo di € 20.000. Concorrono a queste spese anche l’eventuale assunzione di nuovo personale per la gestione del sito web, delle campagne di Web Marketing e SEO. In questo caso, inoltre, si aggiunge un bonus fiscale di detraibilità del 20% sul totale delle spese.

L’ISTAT calcola che questa misura genererà un aumento del PIL pari allo 0,5% se almeno il 50% delle PMI italiane decida di investire nel web in modo tale da sfruttare al massimo le misure del provvedimento.

Come approfittare dello sconto fiscale per i nuovi siti web

Una procedura semplificata e unificata per aziende e professionisti.

Se le misure in sè e per sè sembrano ottime e già efficaci, la procedura per accedervi è stata unificata e semplificata per tutti. Eccola riassunta in punti:

  • Per tutti, sarà necessario iscriversi a FiscOnLine
  • Verrà ricevuto il parziale di un PIN. L’altra metà arriverà per posta entro 10 giorni.
  • Se la seconda metà non arriverà per posta, sarà necessario richiedere una seconda-seconda metà recandosi nella più vicina sede dell’Agenzia delle Entrate. La seconda-seconda metà verrà in questo caso inviata per posta.
  • Una volta ottenuta la seconda metà del PIN, bisognerà accedere a FiscOnLine ed andare in:
    Menu > Servizi per le imprese > Sotto servizi per il lavoralato e l’innovazione tecnologica > Innovazione tecnologica integrata > Sconti Fiscali > Sconti Fiscali 2017 > Sconti Fiscali per l’Innovazione > Collaborazioni con il Ministero per lo Sviluppo Economico > Sezione 2017
  • Qui troverete il link personalizzato che vi porta direttamente al Portale Personale Integrato per l’Innovazione Universale che viene gestito dall’INPS.

Accedere al Portale Personale Integrato per l’Innovazione Universale

  • Una volta che avrete il vostro link personalizzato, basterà completare la procedura di iscrizione al portale.
  • Anche qui, la seconda metà del PIN arriverà mezzo posta ordinaria presso l’indirizzo della vostra sede legale. Nel caso la seconda metà del PIN non arrivi entro 28 giorni, potrete richiedere una seconda-seconda metà del PIN presso la sede INPS di riferimento, che vi verrà spedita direttemente per posta dall’ufficio postale.
  • Una volta entrati nel gestionale del portale avrete bisogno di:
    • Compilare il vostro profilo fiscale inserendo le dichiarazioni ed i bilanci degli ultimi 5 anni di attività. Per aziende con meno di 5 anni di attività, compilate tutti i form inserendo ‘0’ nei vari campi.
    • Caricare le fatture e i contratti realizzati per ottenere lo sconto fiscale per i nuovi siti web in formato elettronico XML come da modello disponibile sul sito della Agenzia delle Entrate.
    • Inviare via FAX al numero di riferimento la stessa documentazione stampata.
    • Inviare alla sede di riferimento dell’INPS la stessa documentazione con apposte una marca da bollo da € 16,00 ogni 127 parole e relative marche per i diritti di fotocopia.
    • Attendere a questo punto l’autorizzazione ai rimborsi per l’anno 2018. Il credito d’imposta verrà restituito nell’anno fiscale 2019.

Il Ministro: un Pesce d’Aprile di cui andare fieri

Questo è solo un Pesce d’Aprile. Tuttavia, crediamo davvero nell’Innovazione!

Sconti fiscali per nuovi siti web - Pesce d'AprileGli sconti fiscali per i nuovi siti web sono una nostra invenzione. Tuttavia, crediamo davvero nella forza dell’innovazione, e pensiamo che delle misure come quelle proposte potrebbero davvero aiutare molte aziende.

Manda una mail al Ministero per lo Sviluppo Economico

Se anche tu pensi che sia fondamentale investire in innovazione, e renderla alla portata di tutti, secondo le proprie esigenze, compila il form qui sotto che manderà in automatico una mail a segreteria.ministro@mise.gov.it richiedendo misure fiscali come quelle descritte in precedenza.

Autorizzo al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs. 196/2003, ad inviare una mail al MISE a mio nome per favorire l'innovazione in Italia, sollevando nonsolowebdesign.com da qualsiasi responsabilità circa i contenuti da me inseriti nella presente e-mail.

Si prega di lasciare vuoto questo campo.