SEO per tutti. L’ottimizzazione del sito web per i motori di ricerca dovrebbe essere una delle principali preoccupazioni per qualsiasi attività: parliamo ovviamente di SEO per studi legali, per ristoranti o per qualsiasi attività, di produzione o di servizio, in qualsiasi settore.

E quindi, come fare ottimizzazione per i motori di ricerca, su argomenti così diversi?

Seo per tutti, ma a diversi livelli

Quando si parla di ottimizzazione per i motori di ricerca, ci sono degli aspetti comuni

…e degli altri specifici. Ad esempio, il primo livello di analisi riguarda l’ottimizzazione del codice del sito web, in modo tale da ridurre i tempi di caricamento. Cosa significa? Significa che un sito web leggero e su un server performante sarà più veloce, e questo permette di salire in classifica nei risultati di Google.

A questo proposito, ad esempio, abbiamo già scritto un articolo su come ottimizzare WordPress per farlo andare più veloce. Oppure, se non hai tempo per occupartene, puoi affidarti al nostro servizio WordPress+.

Già questo è un aspetto molto importante. Un altro fattore di ranking è il protocollo HTTPS, su cui tutti i nuovi siti web dovrebbero basarsi, e verso il quale tutti i siti web dovrebbero migrare!

C’è quindi un terreno comune, che si affronta con strumenti e procedure condivise.

Quand’è che le cose si complicano?

Fare SEO per studi legali è diverso che farlo per un’azienda di cosmesi!

Le cose si complicano presto: dopo aver ottimizzato l’ottimizzabile, diventa necessario aumentare le pagine del sito web. E qui il lavoro del SEO, da tecnico che era, diventa quasi umanistico, perché si passa a progettare una strategia ed un calendario editoriale, che parli degli argomenti più disparati.

In questo modo si cerca di essere presenti sui motori di ricerca con più pagine, per argomenti diversi, riuscendo a generare un flusso di utenti in entrata impossibile da ottenere altrimenti.

Bisogna quindi differenziare molto le linee di comunicazione. Ad esempio lo stile di un’azienda di cosmesi sarà molto diverso dallo stile di uno studio legale, come quello che stiamo seguendo, e sarà pure necessaria una analisi dei competitor, per capire come differenziarsi.

Le tecniche black-hat

Si può barare, certo, ma tutto ha un prezzo

Seo Blackhat - Studi Legali, Ristoranti, è come scomettere
Alcune tecniche SEO sono delle scommesse ad alto rischio!

Esistono sempre tecniche per barare. Una tecnica molto diffusa, ad esempio, è quella del link building. Semplificando, possiamo spiegarla come segue.

Qualsiasi motore di ricerca assegna un valore al dominio (ndr. www.sitochemipiace.com è un dominio). Questo valore numerico è dato da diversi fattori, ed è abbastanza persistente nel tempo. Se su un dominio con un alto punteggio sono presenti link cliccabili al tuo sito web, allora al tuo sito web verrà trasferito parte del suo valore.

Questa è una evoluzione del banale ‘scambio link’ che si faceva negli anni ’90 e, per barare, basta acquistare domini scaduti con una buona reputazione, riempiendoli di link al tuo sito web!

Sembrerebbe fantastico, se non che:

  • I domini con una buona reputazione hanno in genere costi elevatissimi
  • I motori di ricerca sono abbastanza intelligenti da rendersene conto

Quindi il link building affrontato in questo modo può essere molto dannoso: dai primi risultati entusiasmanti si passa velocemente all’oblio, nonappena il Google di turno si accorge della situazione, a fronte di costi che tutto sommato sono superiori rispetto ad una buona ed onesta strategia.

Le nostre tecniche SEO

Che si tratti di studi legali, aziende di cosmetici o ristoranti, noi non bariamo mai

Per queste ragioni, abbiamo scelto di non adottare tecniche che vanno contro gli interessi stessi dei siti che curiamo. E quindi nei nostri piani SEO SEMPLICE ci preoccupiamo di far salire il valore del sito web affidatoci, senza rischiare di farvi perdere reputazione… e clienti!

Potrebbero interessarti anche...

Posted on giovedì, aprile 13th, 2017 at under Tecnica and tagged as , , , , .
Non Solo Web Design